Il territorio dei vini Bolgheri Doc

I vini della Denominazione Bolgheri sono prodotti nel Comune di Castagneto Carducci (provincia di Livorno) sulla Costa Toscana e prendono il nome da una delle sue frazioni (Bolgheri appunto). La Denominazione, conosciuta soprattutto per la produzione di vini rossi longevi di grande pregio, è una piccola e splendida realtà: comprende poco più di mille ettari. Il vino ha accompagnato la storia di questo territorio da secoli. Le sue grandi potenzialità viticolte si sono espresse a pieno dalla seconda metà del Novecento. È nato così il vino di Bolgheri come è conosciuto oggi in tutto il mondo, divenuto DOC dal 1994.


Questo territorio è caratterizzato da una fila di colline affacciate sul mare. In mezzo vi è una striscia di pianura degradante che in antichità, nelle parti più basse, era una palude: siamo nell’Alta Maremma Toscana. Millenni fa gli Etruschi e poi i Romani vissero su queste colline e nella pianura che avevano già in parte bonificato, coltivando la vite, l’olivo e i cereali. Con la decadenza dell’Impero il territorio fu spopolato e riconquistato dalla palude. La popolazione per secoli si concentrò sulle colline dove nacquero i borghi medievali di Castagneto e Bolgheri. Solo dalla fine dell’Ottocento la palude fu di nuovo (e completamente) bonificata. La popolazione e le coltivazioni tornarono ad estendersi anche in pianura e le colline ritornarono per buona parte selvatiche.
All’inizio del Novecento Castagneto aggiunse al suo nome Carducci in onore del poeta (premio Nobel) Giosué Carducci che qui aveva trascorso l’infanzia e dedicato poi al territorio alcune delle sue liriche più note. Una delle più famose celebra il bellissimo viale dei cipressi che da San Guido porta a Bolgheri.