CRISEO


Bolgheri DOC Bianco


NUNC EST BIBENDUM
NUNC PEDE LIBERO
PULSANDA TELLUS…
Ora bisogna bere, ora bisogna danzare di gioia

Orazio, Ad sodales, Carmina I, 37

satirodis
I satiri danzanti, con in mano una coppa da vino e uno strumento a sonagli, sono un omaggio agli Etruschi, la prima civiltà del nostro territorio e primi viticultori d’Italia.
VIGNA: Campo Bianco, 0,7210 Ha
Quantità limitata
È iniziato tutto con una singola piccola vigna speciale, un luogo di antichi bianchi dimenticati, con la sensibilità di un vignaiolo artigiano, la capacità e il desiderio di sfidare il tempo.

Notte d’estate in Toscana, oro* liquido nelle coppe, satiri che ballano.
La danza, la musica e il vino: i doni del dio Bacco, secondo gli antichi, per consolarci degli affanni della vita.

*Criseo significa "fatto d'oro".
VIGNA: La vigna Campo Bianco è nella fascia collinare di Bolgheri, la più fresca del territorio, in una piccola valle con direzione est-ovest. Il clima mediterraneo è stemperato dai venti di mare, con forti escursioni termiche estive fra il giorno e la notte. Il suolo è alluvionale, profondo, sabbioso fine-argilloso, con buona presenza di ciottoli. Sono parte della sua identità Vermentino, Fiano, Verdicchio, Petit Manseng e Manzoni bianco.
PRODUZIONE:Campo Bianco è raccolto in un solo passaggio. Le uve sono co-fermentate, come da tradizione. Sono raccolte in un momento ottimale di maturazione per la sinergia delle diverse varietà, nelle ore più fresche del mattino. Gli acini selezionati e diraspati sono pressati delicatamente ed il mosto è pulito per precipitazione spontanea, lasciandolo una notte al fresco. Dopo la fermentazione, è affinato sui lieviti per circa 1 anno, in vasca d’acciaio, con frequenti rimescolamenti. Rimane poco meno di un anno in bottiglia.
Disponibile nei seguenti formati: 750 ml - (Magnum) 1,5 litri.