JASSARTE


Toscana IGT Rosso

In antichità si credeva che il confine fra l’Oriente e l’Occidente fosse tracciato da due fiumi, l’Indo e il Jassarte. Per noi Jassarte rappresenta quindi la terra di confine, dove è possibile fare voli liberi, far nascere nuove idee e splendide contaminazioni, come questo vino di grande spessore e personalità. Le origini di Jassarte stanno nel vigneto-collezione che il prof. Attilio Scienza ha realizzato a Guado al Melo per lo studio di vitigni mediterranei e di origine caucasica e dove abbiamo potuto valutare negli anni le varietà più adatte al nostro territorio.
In etichetta vi è un disegno dall’arte etrusca che ci fa immaginare il nostro vigneto vendemmiato da due piccoli ed agili satiri, numi benevoli di un tempo passato che vegliano sulle nostre vigne e sul nostro lavoro.
VARIETA’:dal nostro vigneto-collezione Campo Giardino.
VIGNETO: sulle colline bolgheresi, è un terreno di origine alluvionale, sciolto, profondo e ricco di scheletro. Il clima è mediterraneo ma rinfrescato dai venti tirrenici, con una rilevante escursione termica estiva fra il giorno e la notte. Lavoriamo in modo sostenibile, con i metodi dell’agricoltura integrata.
PRODUZIONE: è vinificato senza correzioni o aggiunte che alterino le caratteristiche territoriali delle uve. I grappoli sono diraspati e pigiati in modo molto soffice. Dopo la fermentazione e la macerazione, è affinato per circa 24 mesi in legno non nuovo, sulla feccia fine, e circa 12 mesi in bottiglia. Non filtrato.
Disponibile nei seguenti formati: 750 ml - (Magnum) 1,5 litri.

NULLAM, VARE, SACRA VITE PRIUS SEVERIS ARBOREM...
Non piantare, Varo, nessun albero prima della sacra vite…

ORAZIO, CARMINA 1, 18,1, I SEC. a.C.