CRISEO


Bolgheri DOC Bianco

Con l'annata 2015 il nostro Guado al Melo Bianco diventa Criseo Bolgheri DOC Bianco.

Criseo, "fatto d'oro", nasce dalla nostra grande passione per i vini bianchi da invecchiamento. Deriva da Vermentino e un elegante insieme di vitigni a bacca bianca coltivati insieme e co-fermentati, attentamente selezionati per dare un vino longevo e di grande espressività. L’affinamento sui lieviti gli dona complessità, finezza e una lunga persistenza.
In etichetta due satiri danzano nell’ebrezza gioiosa, coi piedi scalzi, nelle mani uno strumento a sonagli e il kantharos, la coppa a due manici simbolo del Dio del vino. I doni di Bacco (il vino, la musica, la danza) portano ad un’estasi di serenità, per gli antichi alla visione della felice Età dell’Oro prima della corruzione del tempo. I piedi nudi hanno un valore sacro: sono la condizione necessaria per mettersi in contatto con la Terra e le sue presenze.
VARIETA’: soprattutto Vermentino e altre a bacca bianca (Fiano, Verdicchio, Incrocio Manzoni e Petit Manseng) da un'unica particella di vigna
VIGNETO: sulle colline bolgheresi, è un terreno di origine alluvionale, sciolto, profondo e ricco di scheletro. Il clima è mediterraneo ma rinfrescato dai venti tirrenici, con una rilevante escursione termica estiva fra il giorno e la notte. Lavoriamo in modo sostenibile, con i metodi dell’agricoltura integrata.
PRODUZIONE: la verietà sono raccolte tutte insieme e co-fermentate. Dopo una pressatura soffice, il mosto è pulito per precipitazione naturale dei torbidi a freddo. E’ vinificato senza correzioni o aggiunte che alterino le caratteristiche territoriali delle uve. Dopo la fermentazione viene affinato per 12 mesi in acciaio sui lieviti (feccia fine), con frequenti rimontaggi, e poi in bottiglia.
Disponibile nei seguenti formati: 750 ml - (Magnum) 1,5 litri.

NUNC EST BIBENDUM
NUNC PEDE LIBERO
PULSANDA TELLUS…
Ora bisogna bere, ora bisogna far risuonare la terra con libero piede (danzare di gioia)

Orazio, Ad sodales, Carmina I, 37