ATIS


Bolgheri Superiore Doc

Atis è il nome di un mitico re, nipote di Zeus, da cui una leggenda fa discendere il popolo Etrusco. Atis è il nostro Bolgheri Superiore e con esso esprimiamo la grandezza del nostro territorio, senza alterarne l’essenza, nell’equilibrio sottile fra il nostro lavoro e la naturalità della Terra e delle viti.
In etichetta vi è il disegno una vite “maritata”, come era coltivata dagli Etruschi e per secoli in Italia. La vite è sposata all’albero, si avvinghia ad esso per dare il suo frutto senza essere parassita o soffocante. Nella poesia antica era la metafora dell’amore indissolubile.
VARIETA’: soprattutto Cabernet sauvignon e una piccola parte di Cabernet franc e Merlot.
VIGNETO: sulle colline bolgheresi, è un terreno di origine alluvionale, sciolto, profondo e ricco di scheletro. Il clima è mediterraneo ma rinfrescato dai venti tirrenici, con una rilevante escursione termica estiva fra il giorno e la notte. Lavoriamo in modo sostenibile, con i metodi dell’agricoltura integrata.
PRODUZIONE: da particelle di vigneto selezionate; è vinificato senza correzioni o aggiunte che alterino le caratteristiche territoriali delle uve. I grappoli sono diraspati e pigiati in modo molto soffice. É affinato per circa 24 mesi in botti non nuove, sulla feccia fine, e circa 12 mesi in bottiglia. Non filtrato.
Disponibile nei seguenti formati: 750 ml - (Magnum) 1,5 litri - (Jéroboam) 3 litri - (Mathusalem) 6 litri - (Salmanazar) 9 litri - (Balthazar) 12 litri.

ULMUS AMAT VITEM, VITIS NON DESERIT ULMUS; SEPAROR A DOMINA CUR EGO SAEPE MEA?
L’olmo ama la vite e la vite non si separa dall’olmo; perché mai tante volte io sono diviso dalla mia amata?

Ovidio, Amores, Elegia XVI